martedì, luglio 17

Violenze e molestie sui luoghi di lavoro. Diciamo basta


L’accordo prevede iniziative per prevenire comportamenti violenti non rispettosi della dignità delle persone

di Alfonso Vannaroni

Molestie e violenze sui posti di lavoro. Prevenirle e contrastarle si può. Si deve. Questo l’obiettivo del documento firmato da Unindustria e Cgil Cisl e Uil di Roma e del Lazio.   «Un’iniziativa necessaria – spiega Laura Latini, segretario regionale della Uil di Roma e del Lazio – perché ogni comportamento che si configuri come molestia o violenza nei luoghi di lavoro è inaccettabile».

«Insieme – dicono i firmatari del documento – abbiamo deciso di condividere un percorso per aumentare la consapevolezza dei datori di lavoro, dei lavoratori e lavoratrici e dei loro rappresentanti su questa tematica. Le parti hanno ritenuto inoltre fondamentale che il rispetto reciproco della dignità a tutti i livelli all’interno dei luoghi di lavoro è una delle caratteristiche essenziali delle organizzazioni di successo».

L’accordo prevede iniziative per prevenire comportamenti violenti e non rispettosi della dignità delle persone. Verranno create strutture nelle quali, la lavoratrice o il lavoratore che ritengano essere vittime di eventuali molestie o di violenza, potranno rivolgersi. E presso la sede di Unindustria sarà istituito un tavolo di monitoraggio regionale. Tra le altre azioni messe in campo, c’è anche l’impegno per dare diffusione all’accordo, in particolare presso i propri associati, lavoratori e lavoratrici, e a promuovere i principi dell’accordo stesso nei luoghi di lavoro, anche attraverso l’adozione della dichiarazione derivante dall’accordo quadro europeo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *