giovedì, ottobre 19

Nuovi scenari Atac. I Sindacati chiedono garanzie scritte


Allo studio il prolungamento del contratto di servizio fino al 2024

di Marta Sateri

Prolungamento del contratto di servizio fino al 2023 – 2024 anziché al 2019.Questa la proposta avanzata a sorpresa dalla sindaca Raggi e dall’assessore comunale ai Trasporti Meleo per salvare Atac. Niente vendita ai privati quindi, niente gara e nessun accenno ai conti in rosso dell’azienda. Una proposta che secondo la giunta capitolina implica in sé la garanzia dei livelli occupazionali e dell’attuale sistema di retribuzione e il mantenimento della proprietà comunale dell’azienda al 100%. “L’amministrazione ha scelto di non scegliere”, il commento dei consiglieri del Pd che si aspettavano “un piano di rientro che partisse da un aumento dei ricavi e la sottoscrizione di un patto per la mobilità”.

In attesa di valutazioni, invece, i sindacati che chiedono a gran voce che le proposte avanzate dall’assessore Meleo vengano messe per iscritto. “Senza voler entrare nel merito delle scelte giuridiche – ha commentato il segretario generale della Uil di Roma e del Lazio, Alberto Civica – ribadiamo che i criteri oggi enunciati dovranno rappresentare i capisaldi della gestione dell’azienda anche nei prossimi anni. Al momento comunque rimane ancora in piedi la procedura di sciopero di cui probabilmente si parlerà durante il prossimo incontro di lunedì 11 settembre”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *