giovedì, ottobre 19

Rilanciare il trasporto pubblico di Roma. Sindacati firmano intesa con il Comune


Alfonsi: “Vigileremo con attenzione. Atac resti pubblica e offra servizio efficiente”
Felice Alfonsi, segretario organizzativo Uil Roma Lazio

di  Alfonso Vannaroni

La crisi di Atac non è irreversibile. Esistono spazi e azioni per rilanciare l’azienda del trasporto pubblico romano. Ne è convinta la Uil di Roma e del Lazio. Cosi come ne sono convinte le altre sigle sindacali di Cgil e Cisl. E’ per questo che con il Comune, i confederali hanno firmato un verbale d’intesa. Un documento che indica la strada da seguire per il rilancio di Atac: carattere pubblico dell’azienda partecipata,  mantenimento degli attuali livelli occupazionali e retributivi, necessità di offrire un servizio efficiente ai cittadini. “Si tratta ovviamente di un primo passo tutto da verificare – dice il segretario regionale ai trasporti Felice Alfonsi, che per la Uil di Roma e del Lazio e con la categoria della Uil trasporti ieri ha firmato l’intesa in campidoglio”.

A via Cavour si resta coi piedi in terra. “Monitoreremo ogni singolo passo per avere la certezza che si rispetterà quanto previsto dall’intesa – afferma Alfonsi – Sarà poi fondamentale da parte aziendale concordare con le parti sociali il piano industriale, che rappresenta la cartina di tornasole degli accordi politici raggiunti”. Nell’intesa siglata con il Campidoglio è stata prevista l’istituzione di un tavolo permanente sull’insieme dell’occupazione diretta e indiretta, che dovrà “assicurare un’informazione in grado di migliorare il confronto con i rappresentanti delle categorie, anche relativamente ai temi legati alla riorganizzazione dell’azienda e al suo rilancio”. Resta da verificare ogni singola mossa affinché Atac resti pubblica e torni a offrire un servizio efficiente ai cittadini. “Perché è da questo che si misura – conclude Alfonsi – il grado di civiltà di un paese, in questo caso di una città che è la Capitale d’Italia”.

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *