domenica, maggio 27

Mese: gennaio 2018

Settore vitivinicolo. Dalla Regione Lazio contributi per investimenti

Settore vitivinicolo. Dalla Regione Lazio contributi per investimenti

Economia e Lavoro
La Regione Lazio ha attivato un bando pubblico per favorire gli investimenti nel settore vitivinicolo, con l'obiettivo di migliorare il rendimento globale delle imprese in termini di adeguamento alla domanda del mercato, e aumentare la competitività. I contributi, disposti nel massimo del 40 per cento della spesa effettivamente sostenuta, sono rivolti alle imprese agricole e alle aziende di trasformazione e commercializzazione del settore vitivinicolo, che realizzano investimenti materiali e/o immateriali in impianti di trattamento e in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione del vino. L'accesso alla misura di aiuto è consentito mediante presentazione di una domanda sulla piattaforma informatica del portale Sian entro il termine, disposto dal Mipaaf,
Nel Lazio scende la Cig. In crescita le richieste di disoccupazione

Nel Lazio scende la Cig. In crescita le richieste di disoccupazione

Economia e Lavoro
Diminuisce il numero dei cassa integrati nella nostra regione, ma aumentano le richieste di disoccupazione. Questo quanto emerge dai dati elaborati dalla Uil di Roma e del Lazio sulla base di uno studio nazionale realizzato dall’ufficio politiche territoriali della Uil. A dicembre 2017 infatti erano 13.908 i lavoratori in cassa integrazione nel Lazio, il 52% in meno rispetto all’anno precedente (26.765 unità). Contemporaneamente aumenta in tutto il Paese la richiesta di accesso al Fis, il Fondo di integrazione salariale di gestione dell’Inps operativo dal 1 gennaio 2016 che eroga strumenti di sostegno al reddito in settori non coperti dalla cassa integrazione ordinaria e straordinaria, in caso di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa. Una richiesta che a livello nazionale ha sup
#voTiAMO. Contrastiamo l’astensionismo

#voTiAMO. Contrastiamo l’astensionismo

Cronaca e Attualità
Si chiama #voTiAMO. E’ la campagna delle Acli di Roma e provincia per sensibilizzare i cittadini sull’importanza del voto quale fondamentale e imprescindibile esercizio di democrazia. «Un’iniziativa che intende valorizzare il senso critico degli elettori e fare in modo che questi sviluppino un modo nuovo di guardare i candidati e i loro programmi – fanno sapere le Acli in una nota – superando la sensazionalità di slogan che spesso risultano populisti e irrealizzabili, valutandone invece la credibilità, la fattibilità e la qualità. Per questo chi vorrà aderire alla campagna potrà farlo realizzando un brevissimo video con le proprie motivazioni che spiegano l’importanza del voto, postandolo poi su Facebook, Youtube, Twitter o Instagram utilizzando l’hashtag #VoTiAMO, ma anche #fattibi
Paradiso e inferno.  Il doppio volto della Piana reatina

Paradiso e inferno. Il doppio volto della Piana reatina

Cronaca e Attualità
Paradiso e inferno. E’ il doppio volto della piana reatina: un territorio che si lascia ammirare dall’alto, quando l’asfalto sale tra le montagne, ma che vive quotidianamente criticità da decenni irrisolte. Così bella da vedersi da lontano, così dolce agli occhi se innevata o in piena fioritura, ma così impervia da essere vissuta. Da decenni gli abitanti di questa zona chiedono inutilmente aiuto alle istituzioni. E da decenni nessuno li sostiene (leggi). Richieste e appelli sono sempre stati sottovalutati. O peggio ancora, inascoltati. «In questo angolo della città – dice il segretario della Uil di Rieti Alberto Paolucci – manca tutto. Passano gli anni, cambiano i colori politici delle amministrazioni ma non cambia il disagio che gli abitanti sono quotidianamente costretti a vivere.
In 141 vincono i bandi per la reindustrializzazione del Lazio

In 141 vincono i bandi per la reindustrializzazione del Lazio

Economia e Lavoro
Sono 141 i progetti vincitori dei primi quattro bandi (su un totale di otto) per la reindustrializzazione e l’industria 4.0: Mobilità sostenibile e intelligente, Life 2020, Aerospazio e Sicurezza, Bioedilizia e Smart Building. Illustrati questa mattina dal Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e dall’assessore allo Sviluppo economico e alle attività produttive Guido Fabiani, i progetti saranno ora finanziati grazie a un contributo messo a disposizione dalla Regione (fondi europei del Por-Fesr 2014-2020) di 51 milioni di euro che genererà sul territorio investimenti innovativi per circa 82 milioni. «Bene i primi quattro bandi, ora ne mancano altri cinque – ha commentato l’assessore Guido Fabiani – tre arriveranno sicuramente entro febbraio e due arriveranno successivamente a
Pioggia di euro su Rieti per l’acqua del Peschiera Le Capore

Pioggia di euro su Rieti per l’acqua del Peschiera Le Capore

Politica e Società
Sulle sorgenti del Peschiera Le Capore tutti concordano. Sembra davvero arrivata la «svolta storica». Le premesse – a dire il vero – sembra che ci siano tutte. Per i prossimi trent’anni infatti arriveranno a Rieti 224milioni di euro come ristoro per l’acqua ceduta a Roma. L’accordo raggiunto ieri l’altro e reso pubblico poi dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e dalla sindaca della Capitale Virginia Raggi fa calare il sipario su una vicenda che ha animato per molto tempo il dibattito cittadino. «In questo modo – ricordano il presidente Zingaretti e l’assessore alle infrastrutture regionale Fabio Refrigeri – l’Ato 3 e i suoi comuni vedono così definito il sostegno economico a tutela della più importante fonte di approvvigionamento del Lazio che ha servito per tanti anni
Treni bimodali a Rieti. «Riusciremo a vederli?»

Treni bimodali a Rieti. «Riusciremo a vederli?»

Cronaca e Attualità
Se i treni ci sono, i cittadini li utilizzano. Eccome se li utilizzano. Segno evidente che laddove si investe, la voglia di spostarsi in treno cresce. Deve aver pensato questo La Uil di Rieti riflettendo sui dati e sui numeri contenuti nel dossier «Pendolaria» di Legambiente, il rapporto annuale dell’associazione ambientalista che fotografa lo scenario e le prospettive del trasporto ferroviario pendolare in Italia. «Il Lazio è la seconda regione italiana per numero di pendolari – ricorda Alberto Paolucci, Segretario generale della Uil Rieri – Sono più di mezzo milione infatti i cittadini che quotidianamente utilizzano il trasporto su rotaia per recarsi a lavoro o per andare a scuola. Nello specifico sono 540mila, pari al 19 per cento del totale su scala nazionale, e viaggia su 1526
Roma non è una città per poveri

Roma non è una città per poveri

Politica e Società
Roma non è una città per poveri. Nonostante le cinque persone morte in strada lo scorso mese, l’amministrazione comunale pare non abbia preso adeguati provvedimenti per scongiurare il pericolo di assideramento per chi vive in strada. Secondo quanto denunciato dal direttore della Caritas di Roma, monsignor Enrico Feroci, infatti il “piano del Comune di Roma ha riproposto una misura di emergenza come avveniva negli anni Novanta: senza programmazione, senza coinvolgere le realtà che operano ogni giorno a fianco di chi vive in strada e, soprattutto, senza il minimo rispetto di chi dorme sotto colonnati e ponti proponendogli il "caldo" di una tenda". Il riferimento va alla decisione dell'Amministrazione comunale di affidare alla Croce Rossa la gestione di 30 posti per il piano freddo con un
Elexos, il due febbraio la protesta arriva a Roma

Elexos, il due febbraio la protesta arriva a Roma

Economia e Lavoro
Alla Elexos c'è mobilitazione. I lavoratori e le lavoratrici dell sito reatino manifesteranno a Roma. Questa la decisione presa al termine dell’assemblea di ieri l’altro tra organizzazioni sindacali e dipendenti, convocata proprio per decidere le iniziative da mettere in campo per chiedere il rispetto degli impegni previsti nell’accordo sindacale. «Purtroppo – fanno sapere le categorie di Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil – abbiamo rilevato che non sono stati rispettati gli impegni sia da parte della Schneider che dalle altre società all’interno del gruppo e la cosa altrettanto grave è la bocciatura sull'accordo di programma. A fronte di ciò abbiamo condiviso di proclamare una giornata di mobilitazione a Roma per il 2 febbraio sotto il Ministero dello Sviluppo Economico per chiedere la ri
Rinnovo contratto nazionale, che brutto pasticcio

Rinnovo contratto nazionale, che brutto pasticcio

Economia e Lavoro
«Dopo nove anni di attesa per il rinnovo del contratto nazionale ci saremmo aspettati che si procedesse in maniera più puntuale e organizzata a un percorso che ha alimentato grandi speranze. Invece, soprattutto per quanto riguarda il mondo dell’Università, della Ricerca e dell’alta formazione, le risorse insufficienti, la confusione generata dalla riduzione dei comparti che non ha tenuto conto delle specificità di settori estremamente complessi, stanno innescando una situazione che rischia di tradire le aspettative dei lavoratori». Non usa mezzi termini la Segretaria generale della Uil Rua Sonia Ostrica, preoccupata perché la strada che si sta percorrendo può portare a sminuire le enormi ricchezze e specificità di settori che sono fondamentali e strategici per il futuro del paese. «Gli