domenica, ottobre 21

Cultura della donazione. Avis e Admo insieme a Sora


Domani nella cittadina ciociara inizativa pubblica per far capire quanto sia fondamentale donare donandosi

di Silvia Morini

cultura donazioneSensibilizzare alla cultura della donazione. E’ questo il tema dell’incontro che si terrà domani alle ore 17 e trenta presso la sala del centro trasfusionale dell’Ospedale civile di Sora «SS. Trinità».

Basandosi sui principi della democrazia, della libera partecipazione sociale e sul volontariato quale elemento centrale e insostituibile di solidarietà umana, l’Avis (Associazione volontari italiani del sangue) di Sora e l’Admo (Associazione donatori midollo osseo) di Frosinone hanno deciso di organizzare un incontro aperto a tutti i cittadini e le cittadine sulla necessità di donare per aiutare il prossimo che si trova in difficoltà.  per evidenziara quanto sia fondamentale donare donandosi. Nel corso dell’iniziativa verranno spiegate, tra le altre cose, le modalità e le motivazioni per entrare a far parte di questi rilevanti punti di riferimento sociali.

L’Avis è un’associazione privata, senza scopo di lucro, che persegue il fine di garantire un’adeguata disponibilità di sangue e dei suoi emocomponenti a tutti i pazienti che ne abbiano necessità, attraverso la promozione del dono, la chiamata dei donatori e in alcuni casi anche la raccolta diretta di sangue, d’intesa con le strutture ospedaliere pubbliche. Possono aderire tutti coloro che hanno intenzione di donare volontariamente, anonimamente, periodicamente e gratuitamente il proprio sangue, ma anche chi, non potendo compiere questo gesto perché non idoneo, desideri collaborare gratuitamente a tutte le attività di promozione e organizzazione.

L’Admo è un organismo libero, indipendente, apartitico e aconfessionale; ha carattere organizzativo senza scopo di lucro né commerciale, nato con lo scopo principale di informare la popolazione italiana sulla possibilità di combattere, attraverso la donazione e il trapianto di midollo osseo, le leucemie, i linfomi, il mieloma e altre neoplasie del sangue. Per coloro che non hanno un donatore consanguineo la speranza di trovare un midollo compatibile per il trapianto è legata all’esistenza del maggior numero possibile di donatori volontari tipizzati, dei quali cioè sono già note le caratteristiche genetiche. Molte le persone non sono consapevoli dell’importanza e della perenne urgenza dell’aiuto comunitario verso queste due associazioni, da qui l’iniziativa, che coinvolgerà l’intero territorio di Sora. Dobbiamo fare qualcosa. Non c’è tempo da perdere, bisogna informarsi, bisogna informare. I requisiti per aderire all’Avis e all’Admo sono minimi. Per ulteriori informazioni: http://www.avis.it  e  http://www.admo.it  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *