mercoledì, febbraio 21

Economia

Trasferimenti e delocalizzazioni. Scatta la protesta ad Auchan

Trasferimenti e delocalizzazioni. Scatta la protesta ad Auchan

Economia
Ancora trasferimenti e delocalizzazioni ai danni dei lavoratori. Adesso è la volta del colosso Auchan che, in virtù di un dichiarato calo delle vendite, ha cominciato ad inviare ai suoi dipendenti del punto vendita di Collatina le prime lettere di trasferimento con la motivazione di "disutilità della prestazione". Il tutto dopo aver licenziato nel 2015 circa 1.500 dipendenti sul territorio nazionale. Lettere che il sindacato ha subito contestato, proclamando da sabato scorso uno sciopero del personale (con adesione superiore al 90%) e che si estenderà nei prossimi giorni anche ai lavoratori degli altri ipermercati, per i quali si prospetta la stessa sorte. “Nonostante le trattative in corso, l’azienda ha proceduto con azioni unilaterali - commenta il segretario regionale della UilTucs,
Un gennaio da prezzi record a Roma

Un gennaio da prezzi record a Roma

Economia
Impennata dei prezzi in questo inizio d’anno in tutti i settori principali dalla spesa, all’elettricità, ai combustibili e persino bellezza e affini. Durante il mese di gennaio infatti sono lievitati i costi dei beni primari, bollette in testa. In vetta alla classifica la fornitura del gas e dell’energia elettrica che segnano rispettivamente non solo un più 8,2% e 7,9% rispetto all’anno precedente ma anche un forte incremento (+4,8% e +3,9%) rispetto al mese di dicembre 2017, quando già si era assistito a un rincaro dei prezzi al consumo. Questo quanto emerge dai dati diffusi dalla Uil di Roma e del Lazio in merito all’inflazione nella Capitale. E se gas ed energia primeggiano nella triste classifica, il costo dell’acqua non è da meno: ben più 5,6% rispetto al 2017, sia per quanto rigu
Settore vitivinicolo. Dalla Regione Lazio contributi per investimenti

Settore vitivinicolo. Dalla Regione Lazio contributi per investimenti

Economia
La Regione Lazio ha attivato un bando pubblico per favorire gli investimenti nel settore vitivinicolo, con l'obiettivo di migliorare il rendimento globale delle imprese in termini di adeguamento alla domanda del mercato, e aumentare la competitività. I contributi, disposti nel massimo del 40 per cento della spesa effettivamente sostenuta, sono rivolti alle imprese agricole e alle aziende di trasformazione e commercializzazione del settore vitivinicolo, che realizzano investimenti materiali e/o immateriali in impianti di trattamento e in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione del vino. L'accesso alla misura di aiuto è consentito mediante presentazione di una domanda sulla piattaforma informatica del portale Sian entro il termine, disposto dal Mipaaf,
Fine anno tra prezzi record e tasse elevate nella Capitale

Fine anno tra prezzi record e tasse elevate nella Capitale

Economia
Il 2017 si è concluso all’insegna di forti aumenti in tutti i settori del quotidiano per i romani che hanno assistito a rialzi costanti soprattutto durante gli ultimi quattro mesi dell’anno. Mentre infatti si animano le polemiche sui sacchetti bio della spesa ortofrutticola, il costo della frutta subisce un’impennata del 4,7% rispetto all’anno precedente. E, rimanendo nell’ambito alimentare, aumenti sono stati registrati anche per il costo del pesce che segna un più 2,3%, dell’olio (+ 2,3%), della carne (+2%), del latte e uova (+1,7%), caffè e te (+1,5%). Non va meglio sul fronte bollette che rispetto al 2016 hanno registrato un netto rincaro: più 5,7% il costo del gasolio per riscaldamento, più 4,3% l’energia elettrica, più 4,7% la fornitura d’acqua, più 2,9% il gas. E chi ha deciso d
Imu-Tasi, un salasso per i proprietari delle seconde case a Roma

Imu-Tasi, un salasso per i proprietari delle seconde case a Roma

Economia, Politica e Società
Imu-Tasi? E’ la Capitale la città più cara per l’imposta sulla seconda casa. A Roma infatti si spendono 2.064 euro medi contro i 1.070 della maggior parte dei capoluoghi di provincia italiani. Non va meglio per le cosiddette abitazioni di lusso dove si sfiorano i 6.500 euro complessivi, contro una media nazionale di 2.610. Questi alcuni calcoli elaborati dal servizio politiche territoriali della Uil che ha fatto una serie di simulazioni sul costo di Imu-Tasi nelle varie città italiane, dove durante lo scorso mese di dicembre gli oltre 25 milioni di proprietari di immobili, diversi dall’abitazione principale, hanno versato un acconto di 10,2 miliardi di euro. Se Roma registra il costo più elevato in assoluto per una seconda casa, anche Milano e Bologna non risultano così economiche. Nel
Monte della Pietà. Sindacati contrari alla svendita

Monte della Pietà. Sindacati contrari alla svendita

Cronaca e Attualità, Economia
Quale futuro per il monte della Pietà. Cosa succederà alla storica stuttura frequentata dai romani fin dal lontano 1604?  Molte nubi si addensano sul Monte della Pieta. Si fanno infatti sempre più insistenti le voci di una definitiva vendita del settore pegno di Unicredit. “Stiamo parlando di 200 milioni di impieghi e 35 filiali in Italia compreso lo storico palazzo nel centro di Roma e le agenzie periferiche, al gruppo Dorotheum, famosa casa d’aste austriaca - fanno sapere in una nota i sindacati di categoria Fisac-Cgil, First-Cisl, Uilca-Uil, Fabi e Unisin - Esprimiamo la nostra preoccupazione e contrarietà alla possibilità che il Gruppo UniCredit preveda nel piano industriale forti ridimensionamenti e dismissioni sul territorio di attività, peraltro ad alta redditività, come il Cred
Vivere a Roma tra bollette alle stelle e spesa sempre più cara

Vivere a Roma tra bollette alle stelle e spesa sempre più cara

Economia
In arrivo bollette più salate per i romani dopo gli aumenti di questo mese di ottobre che ha visto crescere i prezzi di quasi tutti i servizi primari. Acqua, luce e gasolio per riscaldamento in testa. Secondo i dati elaborati dalla Uil di Roma e del Lazio, infatti, rispetto allo scorso anno, la fornitura d’acqua ha subito un incremento del 4,7%, l’energia elettrica del 4,3% e il gasolio per riscaldamento segna addirittura un più 5,3% rispetto a ottobre 2016. Che tradotto, significa ben 5 euro in più su una bolletta di 100 euro. Non va meglio per il settore alimentare, dove a ottobre si assiste a un’impennata del costo dei vegetali che registrano un più 8,4% rispetto allo scorso anno e un più 7% rispetto a settembre, mese in cui i prezzi avevano già subito un forte aumento. Anche acquist
Tasse elevate e prezzi alle stelle. «Cara Capitale», quanto ci costi

Tasse elevate e prezzi alle stelle. «Cara Capitale», quanto ci costi

Economia
Una Capitale che arranca tra crisi lavorative, tasse elevate e prezzi alle stelle. Questa l’impietosa fotografia di Roma scattata dalla Uil regionale che ha divulgato i dati sull’inflazione relativi allo scorso mese di settembre. Dati che dimostrano un’impennata dei prezzi in quasi tutti i settori principali, non solo rispetto al mese precedente, ma anche rispetto a un anno fa. Il mese di settembre infatti ha visto il segno più davanti agli acquisti principali del periodo, come i libri di testo che, per quanto riguarda l'istruzione secondaria, sono aumentati del 5,2% rispetto al 2016, ma anche su ristorazione (+1,7% su settembre 2016 e +3% rispetto ad agosto 2017) e trasporti. Se quello aereo, infatti, risente di un incremento del 14% rispetto al 2016 (pur registrando ovviamente una diminu
Cassa integrazione a Rieti. Paolucci: «dati preoccupanti»

Cassa integrazione a Rieti. Paolucci: «dati preoccupanti»

Cronaca e Attualità, Economia
Cassa integrazione a Rieti. Ecco i dati. Sono 181mila i posti di lavoro salvaguardati con le 246mila ore di cassa integrazione autorizzate, ma scendono le ore di cassa integrazione in provincia di Rieti da gennaio ad agosto 2017 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e aumentano le ore di cassa in deroga. Sono i dati dall’ottavo rapporto pubblicato dal servizio politiche attive e passive del lavoro della Uil. «Nel periodo in esame, da gennaio ad agosto del 2017 rispetto allo stesso periodo 2016 – commenta il Segretario Generale di Rieti Alberto Paolucci -  in totale le ore sono scese del 10,4 per cento, di cui il 30,6 in meno di cassa ordinaria, il 67,2 in meno di straordinaria. Segno più, pari al 93,2 per cento per la cassa in deroga: un dato che preoccupa.  Nel periodo
Collasso Capitale, le imprese fuggono e le tasse crescono

Collasso Capitale, le imprese fuggono e le tasse crescono

Economia, Politica e Società
Una Capitale in balia di se stessa. Sempre più al collasso e sempre meno attiva nel panorama economico e lavorativo. Questa la fotografia scattata dal Ministero dello Sviluppo Economico che ha racchiuso in 40 pagine di dati e tabelle una crisi che non accenna a diminuire e fa di Roma una città sempre più in declino. Cittadini che arrancano, tasse elevatissime, imprese che falliscono e una competitività a livello europeo quasi pari allo zero, soprattutto in termini di qualità di vita, business, digitalizzazione. E persino il turismo, punto forte della Capitale per decenni, è negli ultimi anni in rallentamento: gli stranieri rimangono nella Capitale 2,6 giorni in media, molto meno delle altre Capitali europee. Per non parlare del turismo congressuale e dei grandi eventi che a Roma stenta