sabato, novembre 17

Giorno: 27 ottobre 2017

Neomamme di Almaviva. Quale futuro per loro?

Neomamme di Almaviva. Quale futuro per loro?

Economia e Lavoro
Sono tutte neomamme. Sono quarantatré. Tutte in maternità al tempo dei licenziamenti in Almaviva dello scorso dicembre, quando l'azienda chiuse i battenti lasciando senza lavoro 1666 persone. Adesso le neomamme sono state trasferite da Roma a Rende, in Calabria. Ed è chiaro a tutti che per loro non c’è altra strada che quella delle dimissioni, perché diventa difficile se non praticamente impossibile conciliare le esigenze della famiglia con una nuova sede di lavoro distante settecento chilometri. C’è una mobilitazione in corso per scongiurare quelli che a tutti gli effetti oggi sembrano ulteriori licenziamenti, seppur mascherati. La Uil di Roma e del Lazio non è rimasta a guardare. «Siamo vicini a queste donne – dicono Pierluigi Talamo e Maurizio Lepri, rispettivamente segretario region