lunedì, Dic 10

Mese: Mar 2018

Pasqua casalinga. E’ ancora crisi

Pasqua casalinga. E’ ancora crisi

Cronaca e Attualità
La crisi continua a gestire le abitudini degli italiani. Il pranzo di Pasqua sarà prevalentemente casalingo e con acquisti effettuati nei grandi supermercati, soprattutto tra le offerte. Questo quanto rilevato da DoveConviene, la piattaforma di shopper marketing che ha indagato il mood gli italiani nei confronti della Pasqua attraverso un sondaggio che ha coinvolto 9.900 maggiorenni, prevalentemente donne (64%). E’ l’uovo di cioccolato il simbolo maggiormente associato alla Pasqua per il 42% degli italiani, mentre solo il 2% pensa alla colomba. C’è invece chi associa le festività alla grigliata di Pasquetta (12%), anche se ben l'87% degli italiani quest’anno non sfrutterà la festività per concedersi qualche giorno di vacanza o un picnic fuori porta. I pasti pasquali saranno consumati
Agenzia unica della mobilità regionale. «Per un trasporto di qualità»

Agenzia unica della mobilità regionale. «Per un trasporto di qualità»

Interviste
Una programmazione regionale del trasporto pubblico che abbraccia e si snoda su tutto il territorio regionale, che permetta ai pendolari di muoversi con facilità da una città all'altra a prezzi contenuti e competitivi. Ha idee e un progetto di futuro il segretario regionale della Uil del Lazio con delega ai trasporti, Felice Alfonsi. La proposta dell'agenzia unica della mobilità regionale è una visione strategica e innovativa per il Lazio «che supera i confini di Roma capitale e arriva sui territori metropolitani e provinciali». Alcune regioni l'hanno già fatto e sperimentato come la Liguria, il Piemonte, l'Abruzzo le Marche. Segretario, a cosa serve l'agenzia unica della mobilità regionale? «Immaginate la cartina della nostra regione. Fissate le città capoluogo, i vari comuni dell'
«Scattiamo insieme». Istantanee del lavoro che cambia

«Scattiamo insieme». Istantanee del lavoro che cambia

Economia e Lavoro
E’ un concorso rivolto a tutti gli studenti universitari del Lazio. Dilettanti o professionisti. Tutti possono partecipare per raccontare dal proprio punto di vista cosa sia oggi il mondo del lavoro. Parte così «Scattiamo insieme», il primo contest fotografico di StudentInform@, lo sportello promosso dalla Uil e dedicato agli studenti universitari che si apprestano ad entrare nel mondo del lavoro. «Le nuove tecnologie, il web e la digitalizzazione dell’economia – spiega Angelo Pagliara, Segretario organizzativo UilTemp Roma e Lazio – stanno cambiando profondamente il mondo del lavoro. Nuove prospettive occupazionali, ma anche preoccupazione per un futuro tutto da decifrare. Attraverso gli scatti, gli studenti ci racconteranno aspettative, sogni, speranze e i timori di una precarizzazione
Le categorie della Uil a congresso

Le categorie della Uil a congresso

Politica e Società
Cambio della guardia per i metalmeccanici della Uilm di Roma e Lazio. Dopo Massimo Cerri, il congresso della Uilm ieri ha eletto segretario generale della categoria, Fabrizio Fiorito, napoletano approdato al sindacato dopo qualche anno di pratica forense. Professione che potrà tornare utile nel raggiungimento di quello che considera il primo obiettivo da realizzare, ovvero rafforzare le tutele dei lavoratori soprattutto “nella giungla degli appalti”. Il neosegretario si è soffermato sulle difficoltà vissute da molte aziende soprattutto a causa “del taglio degli ammortizzatori sociali e dei cambio appalti che non garantisce la continuità occupazionale”. Il riferimento nel contesto capitolino va in questo momento alle ditte Engie e Siram, alle prese con un esubero di sessanta lavoratori dopo
Detenuti a Colle Oppio. Tanta voglia di riscatto

Detenuti a Colle Oppio. Tanta voglia di riscatto

Sociale
Tute bianche e tanta voglia di riscatto. Si presentano così i sedici detenuti di Rebibbia che da stamattina, grazie al protocollo d'intesa siglato tra Roma Capitale e il Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, si occuperanno della manutenzione dei giardini di Colle Oppio. Armati di pale e rastrelli, i detenuti lavoreranno dalle 9 alle 14, cinque giorni a settimana, controllati a vista dagli agenti della Polizia Penitenziaria. Il progetto, nuovo nella sua formulazione, coinvolgerà nei prossimi mesi anche i detenuti di Regina Coeli e Rebibbia femminile. In quest’ultimo, il lavoro non è una novità. Basti pensare alle tante detenute alle prese con la produzione di prodotti locali, la macellazione e la cura del verde. Attività che rappresentano un’evasione e un punto di forza per le
Zingaretti presenta la nuova giunta regionale del Lazio

Zingaretti presenta la nuova giunta regionale del Lazio

Politica e Società
Conferme e volti nuovi. Parte così la nuova giunta regionale del Lazio. A vararla il presidente Nicola Zingaretti, che si affida nuovamente a Massimiliano Smeriglio per  la vicepresidenza e per la delega alla Formazione. Conferma anche per Alessandra Sartore al Bilancio. A Lorenza Bonaccorsi invece va la delega al Turismo e alle Pari Opportunità. Ad Alessandra Troncarelli quella al Welfare e alle Politiche Sociali, mentre Enrica Onorati si occuperà di Agricoltura e Ambiente. Promosso Alessio D'Amato – già a coordinatore della cabina di regia sulla sanità regionale – cui adesso va la delega alla Sanità. Gian Paolo Manzella è il responsabile dello sviluppo Economico. Mauro Alessandri ai Lavori pubblici, mentre a Massimiliano Valeriani le politiche abitative, l’urbanistica e i rifiuti. L’ulti
Multiservizi, uno schiaffo violento alle regole

Multiservizi, uno schiaffo violento alle regole

Interventi
In questi giorni si sta consumando il dramma di 30 dipendenti della società Multiservizi che hanno ricevuto, a conclusione di una procedura di mobilità, le lettere di licenziamento. A questo proposito giova ricordare che l’azienda occupa circa 4mila lavoratori e svolge lavori di pulizia, igiene, manutenzione, sicurezza e agibilità di scuole comunali e statali, asili nido, aree verdi, monumentali e archeologiche, spiagge, edifici e spazi ad uso pubblico. L’azienda è una partecipata dal Comune di Roma e - alla pari di tutte le altre detenute o controllate dal Campidoglio - deve essere riorganizzata ed efficientata secondo le regole del decreto Madia. E’ utile ricordare che è in atto un confronto con l’amministrazione capitolina attraverso il quale emergerà il nuovo assetto della galassia
Contro le mafie. Per la cultura della legalità

Contro le mafie. Per la cultura della legalità

Interventi
Come tasselli di un puzzle. Novecentosettantadue, quasi mille. Tante sono le vittime delle mafie. Tutte, nome per nome, sono state ricordate oggi dai giovani delle scuole romane nel giardino di Piazza Vittorio. E’ così che termina il corteo promosso da Libera per la XIII Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Un corteo che si è snodato in tutte le città italiane, da nord a sud, coinvolgendo quattromila piazze. A piazza Vittorio erano in molti: istituzioni, associazioni, sindacati, cittadini, studenti. Le mafie oggi sono come il fascismo, che non ha più un volto solo. II fascismo oggi si presenta anche quando si voltano le spalle ai femminicidi, quando non si denuncia, quando si ha paura. Le mafie sono vicine al fascismo, cercano il cons
La Ricerca italiana? Un settore strategico al collasso

La Ricerca italiana? Un settore strategico al collasso

Politica e Società
Ricerca? Forse qualcosa si muove. Dopo anni di tagli costanti al settore della ricerca e sviluppo, che dal 2007 al 2016 ha perso in Italia oltre due miliardi di euro, i finanziamenti dell’ultimo anno sono lievemente in crescita e il decreto Madia potrebbe rappresentare un primo riavvio di un settore costantemente penalizzato nel nostro Paese. Questo quanto emerso nell’incontro organizzato dalla Uil Rua presso il Consiglio Nazionale della Ricerca. “Nella ricerca - ha affermato il segretario generale della Uil di Roma e del Lazio, Albero Civica - il capitale umano è l’unica cosa insostituibile. E’ un settore piccolo nei numeri, pertanto a volte non visto, che può sopravvivere solo se la politica si rende conto della sua importanza. Con la ministra Madia si è affrontato il tema delle preca
Memoria e impegno. «Terra solchi di verità e giustizia»

Memoria e impegno. «Terra solchi di verità e giustizia»

Cronaca e Attualità
Memoria e impegno in ogni città d’Italia. Sarà un ventuno marzo all’insegna della mobilitazione - come da trazione ormai - per la ventitreesima «Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie». Il tema di quest’anno sarà «Terra, solchi di verità e giustizia». Grazie all’impegno di Libera  e dei famigliari che hanno perso un affetto per colpa delle mafie, mercoledì il Paese si dà appuntamento nelle piazze italiane. Ripetendo la formula adottata negli ultimi due anni, prima Messina, lo scorso anno Locri, quest’anno sarà Foggia la piazza principale. A Roma invece saranno le strade del centro a raccogliere il testimone della scorsa edizione ad Ostia. Studenti, cittadini, associazioni, movimenti, si ritroveranno quindi all’Esquilino a partire dalle o