martedì, novembre 20

Disagio economico e sociale. Le azioni di prossimità del sindacato


Un progetto organizzativo della Uil del Lazio per favorire l’accesso ai diritti. Sconti per acqua, gas e luce. «Bonus energia? Buono a sapersi»

di Carmelo Prestileo, Segretario organizzativo Uil Lazio

disagio economico e socialeUn progetto per stare vicino ai più deboli, per arginare il disagio sociale e offrire sostegno a tante famiglie in difficoltà. E’ una campagna informativa quella messa in campo dalla Uil del Lazio e dai suoi Caf per dare massima visibilità a una prestazione assistenziale che prevede sconti sulle forniture di energia elettrica, gas e acqua per i nuclei familiari che si trovano in una condizione di difficoltà economica o nei quali c’è una persona che ha particolari esigenze sanitarie.

Abbiamo deciso di avviare questa iniziativa perché i dati diffusi dall’Autorità hanno evidenziato che circa un terzo degli aventi diritto ha fatto domanda per ottenere questa tipologia di agevolazioni. Ciò conferma il sospetto che fin dall’inizio avevamo avuto, vale a dire che continua a mancare una diffusa informazione circa le opportunità di questa prestazione: c’è chi non conosce affatto il bonus, chi pensa sia troppa la burocrazia da affrontare per ottenerlo. La nostra è una azione concreta che vuole potenziare l’informazione – attraverso le nostre sedi territoriali e i Caf sparsi nella regione – verso tutte le persone che rientrano nelle fasce di reddito stabilite e che possono richiedere l’aiuto economico. Stiamo parlando di agevolazioni annue che vanno da un minimo di 150 a un massimo di 900 euro.

Cifre non trascurabili per chi è in una condizione di disagio economico. Assistere e informare i cittadini significa mettere a loro disposizione le competenze dei nostri operatori per affiancare migliaia di persone in tutti i passaggi necessari che prevedono l’accesso agli sconti riconosciuti dalle disposizioni legislative. E’ chiaro che necessitano più campagne informative da parte delle istituzioni e più interventi per semplificare procedure di accesso a tali benefici economici. «Perché se un bonus esiste, è giusto che si sappia ed è ancor più giusto che venga attribuito». Con questo spirito affiancheremo tutte le persone che pur avendo diritto alle agevolazioni non riescono a coglierle. E con identico spirito che ci impegneremo affinché i Comuni e Municipi si attivino sia per informare al meglio i cittadini che per indirizzarli verso i centri di assistenza fiscale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *