venerdì, Dicembre 14

Giorno: 4 Ottobre 2018

Alla «Ricerca» di un futuro migliore

Alla «Ricerca» di un futuro migliore

Politica e Società
Duemila precari, duemila famiglie. Tanti uomini e donne alla ricerca di un futuro migliore, di una stabilità lavorativa. In attesa del giusto riconoscimento, che però tarda ad arrivare. Circa il 40 per cento dei lavoratori del Consiglio nazionale delle ricerche è precario. Alcuni tra loro potrebbero essere stabilizzati entro l’anno. Il condizionale è d’obbligo, perché i fondi sono già stati stanziati ma il Cnr non ha ancora avviato le procedure. Un ritardo che non lascia sereni i lavoratori e le organizzazioni sindacali, che oggi hanno protestato durante la presentazione del Festival della scienza, nella sala Marconi dell’Istituto. «Sono esattamente 1.869 i precari che dovranno essere stabilizzati dal Cnr entro la fine dell’anno – dice la responsabile per la ricerca della Federazione