venerdì, Marzo 22

Mese: Dicembre 2018

Le rughe del sorriso. L’intervista a Carmine Abate

Le rughe del sorriso. L’intervista a Carmine Abate

Interviste
Carmine Abate è uno scrittore di etnia arbëreshe nato in Calabria nel 1954 e residente in Trentino. È autore di numerosi racconti, romanzi e saggi incentrati sui temi dei migranti e degli incontri tra le culture. E sulla storia di una giovane somala si basa anche “Le rughe del sorriso”, il suo ultimo romanzo, edito da Mondadori. Lo abbiamo intervistato per saperne di più del romanzo e dell’interesse per le tematiche etniche e multiculturali. Come nasce “Le rughe del sorriso”? Quanto ha influito sul libro il clima politico attuale? Come tutti i miei libri, anche questo trae origine da un’immagine che mi ha molto colpito: in questo caso, una folla inferocita che ho visto tempo fa a Roma. Erano uomini e donne italiani che sbraitavano furiosi e lanciavano sampietrini a un gruppo di africani
Evasione fiscale, Roma recupera briciole

Evasione fiscale, Roma recupera briciole

Economia e Lavoro
Ammonta a 144 mila euro il recupero dell’evasione fiscale nell’area metropolitana di Roma nel 2017. Una cifra irrisoria e di gran lunga inferiore a quella recuperata dalla maggior parte dei Comuni italiani, Milano in testa con 1,3 milioni di euro. Cifra esigua anche rispetto a Comuni molto più piccoli, come Bergamo (505 mila euro), Reggio Emilia (447 mila euro) e persino Reggio Calabria (251 mila euro). Un recupero che risulta deludente in ogni caso, soprattutto se rapportato all’alto tasso di evasione fiscale e irregolarità che nel nostro Paese supera i 109 miliardi di euro. Il premio per la compartecipazione dei Comuni al contrasto all’evasione fu introdotto da un decreto legge del 2010 che stabiliva che ai Comuni venisse riconosciuta la quota del 100% di quanto recuperato dai tributi
Cinelli, la discarica a cielo aperto che fa ancora paura

Cinelli, la discarica a cielo aperto che fa ancora paura

Inchieste e Reportage
Tredici anni fa il sequestro. Quasi venti, invece, l'inizio di tutto. Al Cinelli, località del comune di Vetralla in provincia di Viterbo, c'è di fatto cresciuta un'altra generazione di ragazzi che oggi è quasi maggiorenne. E lì, a pochi passi dalle loro case, ci sta anche, e ancora, una discarica che tra il 2001, quando tutto è cominciato, e il 2005, quando a maggio i carabinieri del Noe su mandato della magistratura viterbese l'hanno sequestrata. Oltre 170 mila tonnellate di rifiuti. Molti di questi vietati, perché si trattava di un sito di ripristino ambientale dove andava scaricato, tanto per capirci, terriccio e non fanghi di cartiera. Materiali pericolosi, depositati anche su una falda acquifera a qualche metro di profondità. Sotto ne corre un'altra, una seconda, che pare viaggi in p
Il viaggio tra i regali preferiti di questo Natale

Il viaggio tra i regali preferiti di questo Natale

Cronaca e Attualità
E’ il viaggio uno dei regali di Natale più graditi dagli italiani. Subito dopo gli ever green cioè le specialità enogastronomiche, i prodotti di bellezza e i libri, quest’anno i nostri concittadini metteranno sotto l’albero biglietti aerei o ferroviari di vari importi: si va infatti dai 150-200 euro del week end a qualche migliaio di euro di una crociera di lusso o di un viaggio intercontinentale. Rimangono le mete nazionali le più gettonate. Città d’arte in testa, seguite dalla montagna e dalle località termali. Mentre tra i giovani stanno prendendo sempre più piede i soggiorni benessere. Questo quanto emerge da un’indagine condotta dalla Cna. E' di 900 milioni l’importo complessivo dei viaggi strenna regalati nelle settimane natalizie. Il costo medio del dono sarà intorno ai 600 euro
Natale plasticfree. I consigli del Wwf

Natale plasticfree. I consigli del Wwf

Cronaca e Attualità
Che sia Natale, ma che sia #plasticfree. Saranno giorni ricchi  di insidie quelli che ci aspettano in questo periodo di festività. Soprattutto per chi ha scelto da tempo o sta sciegliendo un comportamento responsabile per minimizzare l'impatto sull’ambiente. «Tra pranzi, cene natalizie e di capodanno, shopping e regali, addobbi e pulizie post feste – dice il Wwf – diventiamo super consumatori rispetto ad altri giorni dell’anno». L’associazione ambientalista mette in fila alcuni consigli indicando la strada per delle feste natalizie #plasticfree. «Ma la plastica non è il solo problema – ricorda il Wwf – complessivamente i rifiuti in questo periodo aumentano in media del 30 per cento». Considerata la tipologia (imballaggi  e stoviglie usa e getta) molti sarannno destinati a far aumentare
Via dalla toponomastica i firmatari delle legge razziali

Via dalla toponomastica i firmatari delle legge razziali

Cronaca e Attualità
Nuova toponomastica per alcune strade di Roma. Arrivano dagli studenti dei Municipi IX e XIV le proposte dei nuovi nomi da dare alle vie di Roma attualmente intitolate a Edoardo Zavattari e Arturo Donaggio, firmatari del manifesto della razza. La sindaca Virginia Raggi – insieme con il vicesindaco Luca Bergamo – ha incontrato nei giorni scorsi i rappresentati dei due Municipi, quelli della comunità Ebraica e gli alunni delle scuole coinvolte nel progetto (Bernardini, plesso Ada Tagliacozzo e Antonio Gramsci, Paola Sarro, Scientifico Louis Pasteur, Istituto Vittorio Gassman, Istituto De Amicis - Cattaneo, Istituto Tecnico Industriale Enrico Fermi, Istituto Luigi Einaudi, Plauto, Alberti, Fiumegiallo, Purificato, Majorana). I ragazzi coinvolti nel progetto hanno presentato i risultati del
Pagare i rifiuti due volte? Adesso basta

Pagare i rifiuti due volte? Adesso basta

Interventi
Dopo l'incendio dell'impianto Tmb di salario a Roma ci troviamo nella condizione di fare i conti con l'incuria e la scarsa professionalità della politica in tema di ciclo dei rifiuti. L'incendio risolve – se così si può dire - il tema di un impianto che è divenuto il simbolo di come si gestiscono i rifiuti a Roma ma anche nel Lazio. Hanno fatto tutti finta di non sapere, ma in questo silenzio di responsabilità hanno pagato i cittadini del salario e delle zone vicine.  Molti – nei giorni dell'incendio hanno dovuto lasciare la propria casa - altri sono rimasti lì perché non avevano altra soluzione. Ma ecco il fatto sorprendente: il Comune di Roma, che fino al giorno prima aveva vantato piani di raccolta differenziata strabilianti, ha scoperto che era meglio ricorrere all'emergenza cosi ch
Musei statali, quelli di Viterbo i più visitati dopo Roma

Musei statali, quelli di Viterbo i più visitati dopo Roma

Cronaca e Attualità
Dopo Roma c'è Viterbo. Il divario è abissale, ma la provincia è seconda. Parliamo di musei, monumenti e aree archeologiche statali. Quelli di proprietà del Mibact, il ministero dei beni culturali. I dati, on line, riguardano il 2017 e parlano di visitatori e introiti. Su 75 milioni di euro incassati a livello regionale dalle strutture museali e archeologiche statali, 74 sono rimasti nella capitale, un milione a Viterbo. Latina e Frosinone si attestano rispettivamente sui 164 mila euro e 2.552 euro, ovvero – per il frusinate – poco più di niente. In provincia di Viterbo i siti culturali statali sono 20. Dieci a pagamento e dieci gratuiti. Da Villa Giustiniani a Bassano Romano a Palazzo Farnese a Caprarola, da Rocca Albornoz a Viterbo – dove si trova il museo nazionale etrusco – al museo,
«Piccoli astronauti per un giorno» Al Bambino Gesù

«Piccoli astronauti per un giorno» Al Bambino Gesù

Sociale
Atterrare sulla luna. Passeggiare nel cosmo. Abbracciare stelle e pianeti. E’ un viaggio virtuale quello che venerdì prossimo i bambini dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma compiranno con l’iniziativa «Piccoli astronauti per un giorno», la quarta edizione dell’associazione Cuore digitale. «Quest'anno abbiamo pensato a un'edizione speciale che coniuga la tecnologia con la terapia della felicità, con spirito natalizio - spiega Gianluca Ricci, presidente di Cuore digitale - Quante volte da bambini abbiamo alzato lo sguardo al cielo in attesa dell'arrivo di Babbo Natale con la slitta? Quante volte siamo rimasti affascinati dalla Luna, quante volte ancora ci capita di sorridere di fronte a una stella cadente?». «In questa ottica abbiamo deciso di regalare una giornata spensierata
La triste realtà del Fiume Sacco

La triste realtà del Fiume Sacco

Cronaca e Attualità
Un fiume malato. Si presenta così Sacco, l’affluente del Liri, che nasce tra Roma e Frosinone. Il fiume di maggiore importanza che attraversa i comuni di Colleferro e Frosinone, è gravemente inquinato a causa delle numerose industrie presenti nella zona che sversano sostanze inquinanti nel corso d’acqua. Concretamente, la schiuma bianca che nei giorni scorsi ha invaso il fiume deriverebbe da sostanze tensioattive ritrovate nelle analisi in quantità superiore di circa otto volte il limite consentito. Sostanze che sono presenti nelle vernici, emulsionanti, negli inchiostri e in tanti prodotti di uso. «Le immagini che sono arrivate dai non lasciano dubbi sulla portata sempre più grave di un disastro per l’ecosistema fluviale di tutto il basso Lazio – aveva dichiarato tempo fa Roberto Scacc