venerdì, Marzo 22

Giorno: 6 Marzo 2019

Reddito di cittadinanza. L’apocalisse non c’è stata

Reddito di cittadinanza. L’apocalisse non c’è stata

Economia e Lavoro
C’erano timori di assalti. Di lunghe code agli sportelli. Erano state allertate le forze dell’ordine. Oggi sei marzo in molti credevano che potesse essere il giorno della carica al reddito di cittadinanza. Il giorno dell’apocalisse. Il giorno della calca dei disperati. Vai a sapere – avrà rimuginato qualche benpensante – tuteliamoci, perché questo esercito deve essere contenuto. E invece no. Non ce ne è stato bisogno. Forse perché c’è tempo un mese per richiedere e per sapere se si ha diritto a questa misura. Forse perché c’è la possibilità di presentare domanda on line. Forse perché il reddito di cittadinanza non è una carta annonaria. O forse perché gli uomini e le donne sono migliori di come qualcuno vorrebbe raccontarceli. Fatto sta che la realtà frantuma le previsioni. C’è una let
Al Caf Uil di via Cavour single e famiglie in attesa per il reddito di cittadinanza

Al Caf Uil di via Cavour single e famiglie in attesa per il reddito di cittadinanza

Economia e Lavoro
Al Caf Uil di via Cavour alta affluenza ma perfettamente in ordine. Si presentava così stamattina la sala d’attesa del centro servizi. Molte le persone in coda per presentare la domanda di richiesta del reddito di cittadinanza che prende il via oggi. Alle ore 12 sono state 200 le domande in tutti i caf Uil della Capitale. Sono prevalentemente stranieri che vivono a Roma da diversi anni, non lavorano o si arrangiano con piccoli part time, quasi tutti in nero. Un anziano bulgaro ex camionista che ha perso il lavoro in seguito a un incidente, dei giovani di colore che vivono presso la Croce Rossa di via Ramazzini, una signora rumena che fino a qualche anno fa lavorava come badante e persino un medico odontoiatra laureato a Bucarest che qui in Italia non è ha trovato collocazione. Storie diver