martedì, novembre 20

Autore: Redazione

A rischio discriminazione il 35 per cento dei giovani migranti

A rischio discriminazione il 35 per cento dei giovani migranti

Sociale
Tre minori migranti su 10 sono a rischio sfruttamento e discriminazione. Sono i dati pubblicati da Unicef e dal Garante per l’Infanzia in occasione della Giornata mondiale dell’Infanzia che si celebra oggi. Una diversità di trattamento dovuta in gran parte al colore della pelle e che nel 35% dei casi i ragazzi subiscono o a scuola o in comunità. Numeri che emergono dai sondaggi condotti su oltre 1.000 minori migranti tramite U-Report on the Move, piattaforma digitale che consente ai ragazzi rifugiati di esprimere la propria opinione in forma anonima sui temi per loro più rilevanti. La piattaforma, che in Italia conta 1.078 iscritti, è sperimentata da Unicef in 40 paesi con 6 milioni di iscritti. Dei 1078 iscritti il 93% sono ragazzi e il 7% ragazze ele regioni in cui si registra il magg
Mobilità e cassa in deroga, il Governo apre alla soluzione

Mobilità e cassa in deroga, il Governo apre alla soluzione

Interventi
Siti industriali chiusi e lavoro che resta un miraggio: sopravvivere dignitosamente a Frosinone e Rieti per i lavoratori coinvolti nei processi di chiusura dei siti produttivi, sta diventando sempre più difficile. Lo è soprattutto per quei lavoratori e quelle lavoratrici che sono in attesa dei fondi destinati agli ammortizzatori sociali per le aree industriali di crisi complessa, che usufruiscono della cassa integrazione e della mobilità in deroga. Per questo – con Cgil e Cisl Regionali e Territoriali di Frosinone e Rieti – in mattinata abbiamo convocato una manifestazione che ha visto la partecipazione di moltissimi lavoratori interessati sotto la sede del Ministero dello sviluppo economico, convinti che bisogna trovare una soluzione per scongiurare che la situazione precipiti. I fond
Sgombero Baobab. «Investire nella vera accoglienza»

Sgombero Baobab. «Investire nella vera accoglienza»

Interviste
Dormono ancora in strada molti dei migranti del Baobab sgomberati lo scorso martedì 13 novembre. Per alcuni di loro si sono aperte le porte dei centri di accoglienza, non sufficienti però a ospitarli tutti. Così circa una sessantina di migranti vive ancora a ridosso della stazione Tiburtina dove, racconta Andrea Costa, coordinatore di Baobab experience, “stiamo provvedendo noi volontariamente ai pasti, alle coperte e ai generi di prima necessità”. Di che nazionalità sono i migranti? E in quali condizioni si trovano attualmente? "Provengono tutti dal Corno d’Africa, Etiopia, Eritrea, Somalia, hanno situazioni diversissime ma in comune la voglia di andar via presto dall’Italia. I migranti del Baobab sono e sono sempre stati in transito, non stabili. Sono persone che si fermano nel nostro
«La mafia è stata combattuta solo da grandi uomini»

«La mafia è stata combattuta solo da grandi uomini»

Politica e Società
"La legalità è il pane quotidiano della scuola. Un punto di riferimento imprescindibile, di cui nessuno può in alcun modo fare a meno. Questo dobbiamo insegnare ai nostri studenti. Questo dobbiamo praticare ogni giorno come insegnanti. Coinvolgendoli e rendendoli il più possibile partecipi del vivere quotidiano secondo le regole della democrazia". Parole di Silvia Somigli, segretario regionale della Uil scuola che, in collaborazione con l'istituto superiore “Francesco Orioli” e la fondazione Caffeina cultura, ha organizzato un incontro con l'ex magistrato antimafia Antonio Ingroia. Questa mattina, al teatro di via Cavour a Viterbo. Sul palco, assieme a Somigli e Ingroia, anche la dirigente scolastica dell'Orioli, Simonetta Pachella, il sindaco della città dei Papi Giovanni Arena e il pr
Contrastare lo smog. Regione e Governo sottoscrivono un accordo

Contrastare lo smog. Regione e Governo sottoscrivono un accordo

Cronaca e Attualità
Contrastare lo smog. Aria più pulita e meno dannosa per i cittadini. La Regione Lazio e il Governo provano a invertire la rotta. E lo fanno siglando un accordo. E' un'azione sinergica che prevede - tra le tante misure - la limitazione della circolazione ai veicoli più inquinanti dal 1 gennaio 2019, la promozione di nuove infrastrutture per i veicoli elettrici e per la mobilità ciclopedonale. Ma anche l'incoraggiamento a utilizzare carburanti alternativi e vernici mangia smog. Il documento - sottoscitto ieri - si propone di migliorare la qualità dell'aria nell’area della Valle del Sacco, a Roma e nei Comuni limitrofi e prevede un investimento complessivo da parte del ministero di 4milioni di euro cui si aggiungono ulteriori 6 milioni, di cui due immediatamente utilizzabili per interventi
Frena l’economia del Lazio. Parola della Banca d’Italia

Frena l’economia del Lazio. Parola della Banca d’Italia

Economia e Lavoro
Una crescita debole. O qualcosa che somiglia più a un accenno di frenata. Il quadro del Lazio che emerge dall’aggiornamento congiunturale della Banca d’Italia «l’Economia del Lazio» - pubblicato oggi - certifica che nel nei primi sei mesi del 2018 la crescita economica della nostra regione sta rallentando. Il settore delle costruzioni resta fermo mentre le esportazioni sono diminuite del 2,3 per cento rispetto al 2017. Se da un lato il turismo registra un aumento di 3,1 punti percentuali con una spesa dei visitatori stranieri cresciuta del 6,8 per cento, dall'altro rallenta la crescita degli occupati e ristagna il credito alle imprese, mentre cresce quello alle famiglie. «Nella prima parte dell'anno -  ha spiegato il direttore della sede romana della Banca d’Italia, di Pier Luigi Marian
Poche opportunità per i bimbi di periferia

Poche opportunità per i bimbi di periferia

Cronaca e Attualità
Meno possibilità e minor rendimento scolastico per chi cresce in periferia. Nei quartieri benestanti della zona nord della Capitale ad esempio oltre il 42% dei giovani è laureato, mentre la percentuale risulta tre volte inferiore nelle zone più esterne o vicine al Raccordo anulare. Stessa situazione a Napoli dove i 15-52enni senza diploma di scuola secondaria di primo grado sono rappresentano 2% della popolazione al Vomero e quasi il 20% a Scampia. Ancora più larga la forbice a Milano, dove a Pagano e Magenta-San Vittore (51,2%) i laureati sono 7 volte quelli di Quarto Oggiaro (7,6%). A stilare la classifica è il volume “Le periferie dei bambini” realizzato da Save the Children e pubblicato da Treccani. Differenze sostanziali tra una zona e l'altra riguardano anche i NEET, ovvero i raga
Tagli alle emissioni inquinanti. La raccomandazione della Ue

Tagli alle emissioni inquinanti. La raccomandazione della Ue

Cronaca e Attualità
Tagli alle emissioni inquinanti. L'Italia deve eliminare più di un veicolo commerciale su due che si trova nella classe di inquinamento sotto l'Euro 4. Il dato emerge dall’analisi dell'Unione europea delle cooperative Uecoop sui numeri Unrae in relazione al via libera del Parlamento europeo ai nuovi limiti alle emissioni di anidride carbonica per i camion in base al quale i costruttori dovranno garantire che i mezzi a zero e a basse emissioni rappresentino una quota di mercato di almeno il 5 per cento entro il 2025 e del 20 per cento delle vendite entro il 2030. «In Italia - spiega Uecoop - già un veicolo da lavoro su quattro si trova nella fascia di quelli più rispettosi dell’ambiente riferita alle classi euro 6 ad euro 5 adeguati ai più avanzati limiti anti inquinamento che ormai da n
Cassa integrazione a picco nel Lazio, cresce il rischio di nuovi licenziamenti

Cassa integrazione a picco nel Lazio, cresce il rischio di nuovi licenziamenti

Economia e Lavoro
Cassa integrazione a picco. Con le conseguenze previste. Tutti a casa e senza un lavoro. Probabilmente. Perché, in tempi di crisi, pagata soprattutto dai lavoratori, dopo la cassa integrazione c’è il licenziamento. Sono infatti in aumento le domande per la Naspi. Terminata la quale, non c’è veramente quasi più nulla da fare. Lo dice l’ultimo rapporto Uil pubblicato dal Servizio politiche attive e passive del lavoro. Tra cassa ordinaria, straordinaria e in deroga, in provincia di Viterbo le ore di cassa integrazione autorizzate nei primi 9 mesi del 2018 hanno subito un calo del 59,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Ben 40 punti in più rispetto alla regione Lazio che lungo lo stesso arco di tempo ha visto una diminuzione pari al 10,4%. “La forte riduzione tendenziale de
La condizione del migrante nell’ultimo libro di Abate

La condizione del migrante nell’ultimo libro di Abate

Sociale
Raccontare la propria storia e ascoltare quella dell’altro. Confrontarsi non solo nella vita ma anche nella letteratura che potrebbe rappresentare uno strumento per superare incomprensioni e pregiudizi, per sovvertire quei luoghi comuni che tanta influenza hanno nel dilagare del razzismo. Parte dall’idea di una letteratura come missione e racconto dell’altro il romanzo “Le rughe del sorriso” di Carmine Abate, lo scrittore di etnia arbereshe nato in Calabria nel 1954 e residente oggi in Trentino, dopo un lungo periodo trascorso in Germania insieme al padre, precedentemente emigrato. Un romanzo che racconta la difficile storia di Sahra, una bellissima ragazza somala costretta a fuggire dal suo Paese e rifugiata, insieme alla cognata Faaduma e alla nipotina Maryan, in un campo di seconda a