lunedì, Dic 10

Cronaca e Attualità

«Le scuole della Tuscia prive di certificazione antisismica»

«Le scuole della Tuscia prive di certificazione antisismica»

Cronaca e Attualità
«Nessuna delle scuole superiori della provincia presenta una certificazione antisismica e nell'ultimo periodo molte ssono rimaste al freddo o hanno subito pesanti infiltrazioni di acqua». A lanciare l'allarme, nero su bianco, è la Rete degli studenti medi della Tuscia nel documento politico presentato ieri sera al congresso dell'organizzazione studentesca di sinistra che si è svolto al circolo Arci Cosmonauta di Viterbo. Non solo, ma  “molte scuole sono rimaste al freddo o hanno subito pesanti infiltrazioni d'acqua che hanno portato anche a proteste e scioperi diffusi da parte degli studenti, come a Montefiascone e a Montalto di Castro". Il congresso della Rete degli studenti ha eletto Roberto Tedeschini  nuovo segretario generale per la Tuscia. Con lui una segreteria provinciale rinnov
Cosa nostra Tiburtina, altri nove arresti per gli affiliati

Cosa nostra Tiburtina, altri nove arresti per gli affiliati

Cronaca e Attualità
Mesi fa in trentanove erano rimasti impigliati nella rete degli investigatori. Era l’otto marzo, quando venne infatti smantellata l’organizzazione Cosa Nostra Tiburtina, un sodalizio criminale radicato e pericoloso con interessi illeciti nel traffico di sostanze stupefacenti e nell’estorsione. Oggi altre nove persone – che stavano tentando di ricostituire quel sodalizio criminale - sono state arrestate dai Carabinieri della Compagnia di Tivoli, coadiuvati dal Nucleo elicotteri carabinieri, dalle unità cinofile e da militari dell'VIII Reggimento Lazio nell'area est della Capitale. Il tutto è avvento a seguito dell’ordinanza che è stata emessa dal gip del Tribunale di Roma su richiesta della Direzione distrettuale Antimafia della locale Procura della Repubblica. L'attività di indagine che
Alleva la speranza. Parte la raccolta fondi di Enel e Legambiente

Alleva la speranza. Parte la raccolta fondi di Enel e Legambiente

Cronaca e Attualità
Una raccolta fondi per le aziende del centro Italia colpite dal terremoto. Si chiama «Alleva la speranza» la campagna di crowdfunding promossa da Legambiente ed Enel – che si svilupperà attraverso la piattaforma PlanBee.bz per i prossimi due anni – per aiutare le aziende a coltivare nuovi progetti di crescita dopo il terribile sisma del 2016. Alle donazioni dei privati si aggiungeranno quelle di Enel, perché i progetti di rinascita possano diventare realtà. L’iniziativa - presentata questa mattina dal presidente di Legambiente Stefano Ciafani e dal responsabile Sostenibilità e Affari Istituzionali di Enel Massimo Bruno – si è arricchita delle testimonianze di quattro allevatrici - Alessia Brandimarte, Amelia Nibi, Teresa Piccioni e Silvia Bonomi, le prime a beneficiare del crowdfunding
Roma sprofonda. I dati dell’Ispra: 136 voragini in dieci mesi

Roma sprofonda. I dati dell’Ispra: 136 voragini in dieci mesi

Cronaca e Attualità
Roma sprofonda. Sono state centotrentasei le voragini nella Capitale nei primi dieci mesi del 2018. Aggiornati a ottobre, i numeri mostrano un aumento notevole di questi fenomeni nella città eterna. E’ l’Ispra - Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale – a fare il punto sulla quantità di sprofondamenti, che già al 31 marzo era più che raddoppiato passando da 21 del 2017 ai 43. «Roma continua a sprofondare - sottolinea l'Ispra, ricordando che negli ultimi 8 anni il numero medio degli eventi romani è cresciuto esponenzialmente: si è passati da una media di 16 voragini l'anno (dal 1998 al 2008) a più di 90. E il 2018 ha già decisamente battuto il record del 2013 (quando di voragini se ne erano verificate 104), dopo un 2017 quando si era aperta una voragine ogni 3-4 giorni
Capitale di stupri e femminicidi

Capitale di stupri e femminicidi

Cronaca e Attualità
Dieci donne uccise e 416 stuprate. Questi i tristi numeri della violenza nella Capitale nel corso del 2017, anno in cui è stato registrato un incremento di ben il 17,3% di violenze sessuali rispetto al 2016 (quando erano 352), con una crescita superiore al resto del Paese. Violenze spesso di gruppo se si considera che il numero degli autori è di gran lunga superiore a quello delle vittime: 886 stupratori uomini su 405 donne vittime. I numeri ovviamente aumentano se estesi all’intera regione dove le denunce per violenza sessuale nel 2017 hanno raggiunto le 514 unità, ovvero il doppio rispetto al 2000 quando erano 275. Questo quanto emerge dal dossier realizzato dalla Uil del Lazio e dall’Eures in occasione dell’imminente ricorrenza della giornata internazionale contro la violenza sulle d
Italia libera dall’Amianto. Quando?

Italia libera dall’Amianto. Quando?

Cronaca e Attualità
Un capitolo specifico per bonificare gli edifici pubblici e privati dall’amianto. Le Regioni Sardegna, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Marche si mobilitano: chiedono al governo che nella prossima legge di bilancio ci siano risorse particolari per liberare case e palazzi dalle pericolosissime fibre killer. «Apprezziamo e approviamo l'iniziativa – dicono i segretari confederali di Cgil, Cisl, Uil, Maurizio Landini, Angelo Colombini e Silvana Roseto, che hanno incontrato i rappresentanti delle Regioni – Tale richiesta è stata avanzata dagli assessori regionali e gli stessi hanno espresso il loro sostegno al documento che i confederali hanno definito con l'Anci, e che la Conferenza dei Presidenti delle Regioni si appresta formalmente ad approvarle» Italia libera da
Contrastare lo smog. Regione e Governo sottoscrivono un accordo

Contrastare lo smog. Regione e Governo sottoscrivono un accordo

Cronaca e Attualità
Contrastare lo smog. Aria più pulita e meno dannosa per i cittadini. La Regione Lazio e il Governo provano a invertire la rotta. E lo fanno siglando un accordo. E' un'azione sinergica che prevede - tra le tante misure - la limitazione della circolazione ai veicoli più inquinanti dal 1 gennaio 2019, la promozione di nuove infrastrutture per i veicoli elettrici e per la mobilità ciclopedonale. Ma anche l'incoraggiamento a utilizzare carburanti alternativi e vernici mangia smog. Il documento - sottoscitto ieri - si propone di migliorare la qualità dell'aria nell’area della Valle del Sacco, a Roma e nei Comuni limitrofi e prevede un investimento complessivo da parte del ministero di 4milioni di euro cui si aggiungono ulteriori 6 milioni, di cui due immediatamente utilizzabili per interventi
Poche opportunità per i bimbi di periferia

Poche opportunità per i bimbi di periferia

Cronaca e Attualità
Meno possibilità e minor rendimento scolastico per chi cresce in periferia. Nei quartieri benestanti della zona nord della Capitale ad esempio oltre il 42% dei giovani è laureato, mentre la percentuale risulta tre volte inferiore nelle zone più esterne o vicine al Raccordo anulare. Stessa situazione a Napoli dove i 15-52enni senza diploma di scuola secondaria di primo grado sono rappresentano 2% della popolazione al Vomero e quasi il 20% a Scampia. Ancora più larga la forbice a Milano, dove a Pagano e Magenta-San Vittore (51,2%) i laureati sono 7 volte quelli di Quarto Oggiaro (7,6%). A stilare la classifica è il volume “Le periferie dei bambini” realizzato da Save the Children e pubblicato da Treccani. Differenze sostanziali tra una zona e l'altra riguardano anche i NEET, ovvero i raga
Tagli alle emissioni inquinanti. La raccomandazione della Ue

Tagli alle emissioni inquinanti. La raccomandazione della Ue

Cronaca e Attualità
Tagli alle emissioni inquinanti. L'Italia deve eliminare più di un veicolo commerciale su due che si trova nella classe di inquinamento sotto l'Euro 4. Il dato emerge dall’analisi dell'Unione europea delle cooperative Uecoop sui numeri Unrae in relazione al via libera del Parlamento europeo ai nuovi limiti alle emissioni di anidride carbonica per i camion in base al quale i costruttori dovranno garantire che i mezzi a zero e a basse emissioni rappresentino una quota di mercato di almeno il 5 per cento entro il 2025 e del 20 per cento delle vendite entro il 2030. «In Italia - spiega Uecoop - già un veicolo da lavoro su quattro si trova nella fascia di quelli più rispettosi dell’ambiente riferita alle classi euro 6 ad euro 5 adeguati ai più avanzati limiti anti inquinamento che ormai da n
Oli lubrificanti usati. L’Italia al top per il riciclo

Oli lubrificanti usati. L’Italia al top per il riciclo

Cronaca e Attualità
Oltre 183 mila tonnellate di oli lubrificanti usati raccolte nel 2017, il 99 per cento delle quali avviate al riciclo tramite rigenerazione, con un risparmio di 56 milioni di euro sulla bilancia petrolifera del Paese. Un record tra i Paesi Ue. I dati sono emersi dal Green Economy Report 2017 presentato dal Consorzio nazionale per la gestione, raccolta trattamento degli oli minerali usati (Conou) alla Fiera Ecomondo di Rimini.  In un anno la raccolta è passata da 177 mila a 183 mila tonnellate, un incremento del 3 per cento. Se quelle le 6mila tonnellate in più non fossero state raccolte e sversate in acqua, avrebbero potuto inquinare una superficie pari a trenta volte il Lago di Garda. Le imprese del sistema Conou hanno recuperato il 45 per cento del totale immesso al consumo, un dato i